Breve guida pratica per una strategia di successo
L'evoluzione dei social network e degli strumenti tecnologici a disposizione di tutti ha portato negli ultimi anni ad una vera e propria esplosione dei video online. Instagram Stories, Facebook, YouTube sono ormai una parte importante della nostra quotidianità. Per questo inserire contenuti video all'interno della propria strategia digitale è diventata una necessità sempre più pressante.
Ma come possiamo fare per avere video di qualità e che riescano a raggiungere i risultati sperati? Di seguito riportiamo un elenco degli errori più diffusi nell'uso di questo formato, così da poterli evitare.
Video autopromozionali
L'errore più diffuso e in cui è più facile incorrere è la produzione di filmati puramente autopromozionali. Avete presente le tipiche frasi “sono il più bravo, il più bello, il mio prodotto è il migliore ecc.”? Ecco, sarebbe meglio cercare di limitarle il più possibile e concentrarsi sulle caratteristiche che vi differenziano dalla concorrenza, quei punti di forza che potrebbero spingere un utente a scegliere il vostro brand. Se poi riusciste a inserire il tutto all'interno di una storia appassionante la strada verso il successo sarebbe molto più veloce.
Video Amatoriali
Un altro errore molto frequente è la pubblicazione di video amatoriali di bassa qualità, che vanno ad intaccare la prima impressione degli utenti sul brand. Comprereste mai da un'azienda che si dichiara leader di settore e che pubblica solamente video fatti in autonomia con i telefonino, magari con inquadrature storte e audio poco chiaro? Probabilmente no. Per questo è importante riuscire a presentare un format stabile nel tempo, con riprese e audio professionali che permettono di ottenere ottimi risultati. In questo modo potrete fare il primo passo per affermarvi come azienda professionale e instaurare fin da subito un rapporto di fiducia con i clienti.
Assenza di sottotitoli, sigle lunghe, immagini di anteprima casuali
La professionalità si vede anche nei piccoli dettagli, spesso sottovalutati. Ad esempio la maggior parte dei video viene pubblicata senza tenere conto delle caratteristiche tipiche dei video online. Oggi gli utenti visualizzano sempre più spesso i filmati in mobilità o in luoghi pubblici, quindi senza avere accesso all'audio. Per questo è importante inserire i sottotitoli, così da consentire a tutti di accedere senza problemi a tutti contenuti.
Un altro aspetto da considerare è la lunghezza del filmato. Solitamente sui social i tempi di visualizzazione sono molto brevi, sotto al minuto, quindi per avere riscontri importanti bisogna incuriosire l'utente fin dai primi secondi del video, cercando di evitare sigle troppo lunghe e prive di contenuti. Eventualmente il logo aziendale può essere inserito in coda al filmato, così da non “interferire” con i messaggio.
Anche l'immagine di anteprima è molto importante per la successiva visualizzazione del video, quindi bisogna ricordarsi di selezionarla con cura o crearla appositamente per stimolare la curiosità dell'utente.
Messaggio inconsistente o poco organizzato
Siamo arrivati alla parte centrale del video. Cosa inserire per avere successo? Per prima cosa bisogna avere ben presente l'obiettivo dei filmati e stabilire una scaletta degli argomenti da trattare. In questo modo non rischierete di pubblicare qualcosa di vuoto o di improvvisato, che di sicuro non porterebbe molti benefici all'azienda.
Una volta individuati i temi che vi interessano sarà più semplice passare all'azione. Ma ricordatevi, i video online vengono visualizzati in media per un paio di minuti quindi non bisogna mai esagerare con la durata. Se avete molto materiale è meglio suddividerlo in più video di 2-3 minuti al massimo.
Assenza di video sponsorizzati e poca attenzione a statistiche e pubblico
Arrivati a questo punto i vostri video sono pronti per essere diffusi. Per raggiungere un maggior numero di persone potete decidere di sponsorizzare il video, sopratutto su social network come Faceboo e Instagram. In questo caso dovete ricordarvi di individuare con attenzione il pubblico target, decidendo quali zone raggiungere e selezionando l'età, il sesso e gli interessi dei possibili utenti.
Una volta impostata la campagna è importante monitorare ogni giorno i risultati, esaminando le statistiche sul pubblico, sui commenti e sulle interazioni, in modo da poter sviluppare i vostri video futuri in base alle richieste e agli argomenti più interessanti.


Vista la centralità dei video nella nostra esperienza quotidiana sul web, includerli nella strategia digitale è sempre più una scelta di successo. Se on sapete da dove partire contattateci, faremo decollare i vostri video!

You may also like

Back to Top