Chi di noi non ha mai comprato o cercato informazioni sui prodotti online? Il campo dell'ecommerce rappresenta una sfida importante per chi vuole raggiungere un numero sempre maggiore di clienti. Gli ultimi studi di settore mostrano infatti come l'utilizzo della tecnologia per gli acquisti online sia in costante crescita. Andiamo ad analizzare i risultati del rapporto dell'Osservatorio Multicanalità promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Nielsen.
Mix tra online e offline
Il dato più evidente emerso dallo studio è un progressivo sviluppo di metodi misti di acquisto, tipico della multicanalità. La maggior parte degli individui multicanale, oltre il 53%, prima di decidere di acquistare un prodotto in un negozio fisico cerca informazioni approfondite online, mentre il 48% segue il processo inverso, chiedendo informazioni in negozio per poi acquistare tramite un ecommerce. Sempre più spesso poi, grazie alle nuove tecnologie come app veloci e funzionali, iBeacon o realtà aumentata, i percorsi di acquisto integrano in tempo reale l'online e l'offline, mettendo le emozioni al centro dell'esperienza.
Tipologie di eShopper
In Italia gli eShopper hanno superato i 23 milioni, suddivisi in 4 categorie basate sul diverso utilizzo dei canali digitali durante l'acquisto.
Scopriamole insieme:
Everywhere shopper (6,6 milioni). Utilizzano internet come canale privilegiato per gli acquisti, ma anche per la ricerca di informazioni e per condividere opinioni su brand e prodotti. Preferiscono le piattaforme di ecommerce che garantiscono un'ottima esperienza d'uso, soprattutto in mobilità.
Cherry Picker (6,2 milioni). Rappresentano le persone che si affacciano per la prima volta al mondo degli ecommerce e continuano a preferire i negozi fisici e il rapporto umano con i commercianti. L'uso di internet è rivolto soprattutto all'acquisto di prodotti di categorie specifiche che non riescono a trovare nei canali tradizionali.
Pragmatic (5,2 milioni). Vedono l'acquisto online come la scelta migliore per risparmiare tempo e denaro e preferiscono i siti di ecommerce generalisti che assicurano velocità e flessibilità.
Money Saver (5,1 milioni). Sono quegli utenti, in costante calo, che utilizzano internet solamente per risparmiare: cercano e confrontano prezzi, leggono le recensioni di altri utenti e preferiscono siti specializzati con ampi assortimenti a basso prezzo.
Tutte e 4 le categorie preferiscono ancora l'utilizzo del pc per concludere gli ordini online, anche se lo smartphone sta velocemente guadagnando terreno e molto presto potremo assistere a uno scambio di posizioni, soprattutto per gli Everywhere shopper (a oggi 76% vs 61% ).
Conclusioni
In un quadro di questo genere lo sviluppo di un buon ecommerce, soprattutto se intuitivo e mobile friendly, può aiutare notevolmente ad aumentare il numero di potenziali clienti. Se poi a tutto questo si aggiunge una strategia di comunicazione più ampia, volta a stimolare l'interesse e le emozioni dei clienti e a collegare dove possibile l'online e l'offline, i risultati saranno davvero sorprendenti.

You may also like

Back to Top