Alla scoperta dell'ai usata da Facebook e Instagram
In un mondo in cui la comunicazione è sempre più visuale, riuscire a comprendere il testo presente sulle immagini e sui video pubblicati online è una sfida sempre più importante da vincere. Il testo infatti non è solamente un'aggiunta marginale, ma ha anche un ruolo importante sia per l'indicizzazione e la contestualizzazione dei contenuti sia per il miglioramento dell'esperienza degli utenti.
In quest'ottica la scelta di utilizzare l'intelligenza artificiale rappresenta una svolta. Le grandi realtà come Facebook e Instagram, ad esempio, utilizzano un'ai di nome Rosetta per interpretare il testo sovrapposto, a prescindere dalla forma e dalla lingua in cui è scritto (comprese insegne di negozi, cartelli stradali, menu di ristoranti, meme ecc.).
Come funziona questa intelligenza artificiale?
Durante il primo passaggio Rosetta identifica all'interno dell'immagine o del video tutto quello che può essere testo, scomponendo il file in aree rettangolari. In una seconda fase queste aree vengono esaminate da una rete neurale convoluzionale (ConvNet), che riconosce le parole e le classifica interfacciandosi con i Big Data a disposizione di Facebook, consentendo di comprenderne significato e contesto.
Le reti neurali ConvNet, conosciute già dagli anni '60 e ispirate alla corteccia visiva animale, vedono con Rosetta un importante sviluppo. Oltre all'enorme quantità di dati a disposizione e alla maggiore capacità di calcolo, l'intelligenza artificiale di Facebook e Instagram è in grado infatti di rilevare, riconoscere e tradurre il testo in modo simultaneo, tenendo in considerazione anche il ruolo dell'immagine e quindi definendo il contesto in pochi millesimi di secondo.
rosetta intelligenza artificiale facebook

Esempio del funzionamento di Rosetta, l'intelligenza artificiale di Facebook e Instagram per il riconoscimento del testo sulle immagini. 
Credit: Facebook

Grazie alla tecnologia di Rosetta Facebook è in grado di decifrare oltre un miliardo di immagini al giorno e di classificarle nel modo più utile per i suoi utenti. Il risultato è una comunicazione veloce e puntuale, che sempre più spesso rispecchia gli interessi degli utenti e rende piacevole la navigazione. Un importante passo verso il futuro!

You may also like

Back to Top